La famiglia del mondo

Durante il Congresso Famiglie Nuove che si è tenuto dal 25 al 27 gennaio 2019, alcuni sostenitori di AFN hanno raccontato la loro esperienza di impegno per l'infanzia svantaggiata. Riportiamo [...]

Durante il Congresso Famiglie Nuove che si è tenuto dal 25 al 27 gennaio 2019, alcuni sostenitori di AFN hanno raccontato la loro esperienza di impegno per l’infanzia svantaggiata. Riportiamo quella di Giovanna e Franco Condello. 

E’ un favoloso 3 maggio 1981. Al Palaeur di Roma gremito per la partecipazione di 2400 persone di 49 nazioni si tiene il “Familyfest”, la prima manifestazione mondiale del Movimento famiglie Nuove. C’eravamo anche noi, io e mio marito Franco, che avevamo conosciuto il movimento qualche anno prima.
Dall’onda dei ricordi riemergono indimenticabili le emozioni di quel giorno, riempito dal calore tangibile di fratellanza universale in cui la presenza e i discorsi di Chiara Lubich e di Papa Giovanni Paolo II, hanno rappresentato il cuore pulsante che ha infiammato  i nostri cuori di un amore nuovo soprannaturale.
Tra le testimonianze ci hanno colpito molto quelle che, identificando le piaghe della famiglia nel mondo con il volto di Gesù Abbandonato,  dietro l’invito di Chiara, avevano concretamente preso a cuore i problemi dell’infanzia svantaggiata (specialmente dei paesi in guerra o in via di sviluppo) con accoglienze, adozioni, ma anche con uno strumento nuovo:  il sostegno a distanza.

Questa iniziativa, già dal 1976, in seguito alla guerra in Libano, consentiva di aiutare a crescere tanti bambini, grazie al contributo economico inviato regolarmente. Seguì poi l’appello da Recife, in Brasile, per altri bambini delle favelas e così via ora è diffusa in tanti altri Paesi. Qui sono in atto tanti progetti con programmi educativi di promozione umana, curati dalle nostre famiglie, che assicurano a questi bambini adeguata alimentazione, percorsi scolastici, prevenzione e cure mediche, sostegno ai genitori e nello stesso tempo consentono agli stessi bambini di poter restare nella propria famiglia naturale e a contatto con le radici culturali del proprio Paese. Intanto, fra i donatori e i destinatari, in questo dono di reciprocità si crea un ponte che unisce le diverse culture.

La testimonianza di quelle famiglie radicate nel trascendente che per amore di Gesù abbandonato diventa fermento di impegno sia religioso che civile, specialmente nei confronti dell’infanzia svantaggiata, non poteva lasciarci indifferenti.
Per questo appena arrivati a casa dal Familyfest 1981 con i nostri primi tre figli, abbiamo dato corso al sostegno a distanza che ci è stato assegnato in Brasile (precisamente a Igarassu – Scuola Santa Maria).
Abbiamo ricevuto la foto del primo fratellino a distanza per i nostri primi tre bambini, che hanno cominciato a scambiarsi a Natale e a Pasqua letterine e disegni. Un salvadanaio accanto alla foto ci ricordava sempre di lasciare le monete del risparmio per la comunione dei beni. Poi in occasione della Prima Comunione della nostre terza figlia Maria Teresa, abbiamo proposto un sostegno a distanza anche alle famiglie degli altri comunicandi da continuare negli anni successivi come condivisione tangibile della gioia di quel giorno.

Intanto col passare degli anni che gioia vedere che l’Associazione “Azione per Famiglie Nuove” si arricchisce di nuove iniziative come le card al posto dei tradizionali regali, le bomboniere solidali, i progetti come “Una famiglia una casa”, ecc. E così man mano che i primi tre figli crescendo poi si sono sposati, ognuno di loro ha ricevuto in dono da noi un sostegno a distanza, in Uganda, in Myanmar e  in Indonesia. Ed ora che la nostra quinta figlia Maristella si sposerà il 29 giugno prossimo, chiederemo in dono alla comunità un sostegno a distanza anche per lei, perché anche questa nuova famiglia che si apre sia benedetta dall’accoglienza di un bimbo dalla famiglia del mondo!
Proprio Maristella di sua spontanea volontà poi a Natale ha voluto sostituire i tradizionali regali con delle card e sia lei che Emanuel il quarto figlio quando si sono laureati hanno voluto le bomboniere solidali, cosa che Maristella farà anche per il suo matrimonio.

 

Print Friendly, PDF & Email
I Nostri Numeri
News
Appelli
Eventi
Facebook
 

Twitter
YouTube

 

Segui AFN Onlus anche grazie al nostro canale Youtube. Video aggiornati su di noi e le nostre inziative
Vai al nostro canale Youtube