Come Sostenerci

La scelta del progetto

Sostegno a distanza di un minore: euro 336,00 annuali
Sostegno a distanza di un progetto: euro 200,00 annuali
Donazioni: contributi di qualsiasi importo a favore dell’infanzia svantaggiata o di un progetto specifico da specificare nella causale

I contributi vanno intestati a:

AFN – Azione per famiglie Nuove onlus – Via Isonzo 64 00046 Grottaferrata (RM)

-Conto corrente postale: 48075873

-Bonifico

c/o Banca Prossima Codice IBAN IT55K0335901600100000001060

Cod. Bic – Swift: BCITITMX

c/o Bancoposta Codice IBAN IT47X0760103200000048075873

Swift / Bic BPPIITRRXXX

-Pagamenti on line: tasto “dona ora” sulla homepage

Causale

  • Nuovo Sostegno a distanza (+area geografica preferita)
  • Rinnovo sostegno a distanza (+ codice personale del sostenitore)
  • Donazione (+ indicare il progetto o l’appello)

Tutte le donazioni ad AFNonlus godono di agevolazioni fiscali:

L’ Art. 14 D.L. 14/3/2005 n. 35 – L. 14/5/2005 n.80 riconosce dal 17/3/2005 per offerte alle ONLUS la deducibilità fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e con il limite massimo di Euro 70.000 annui. I benefici fiscali sono applicabili anche a donazioni provenienti da altri paesi europei, secondo le norme previste nei singoli paesi. Per poter usufruire della deducibilità (nella dichiarazione dei redditi dell’anno di versamento) conservare le ricevute delle donazioni. Tuttavia AFNonlus invia a marzo di ogni anno la Dichiarazione di Ricevimento di Contributo (DRC) in allegato alla rivista semestrale Spazio Famiglia. La DRC è anche scaricabile dall’area riservata del sito.

5 x1000

Anche quest’anno c’è un modo semplice e gratuito per aiutare tanti bambini e dare loro cibo, educazione, salute e dignità.

Firma il tuo 5XMILLE per AFNonlus, indicando il codice fiscale: 92012120587

L’associazione, iscritta dal 02/12/2003 all’ANAGRAFE UNICA DELLE ONLUS, utilizzerà i fondi del 5 per mille per dotare di maggiori servizi i suoi interventi nel sud del mondo a favore dell’infanzia svantaggiata.

Destinare il 5 per mille ad AFN non è in alternativa col devolvere l’8 per mille alla Chiesa cattolica.

I modelli per la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche (730 e UNICO) contengono un riquadro creato appositamente per destinare il 5 per mille dell’IRPEF a fini di solidarietà sociale. Fra le tre possibili aree di destinazione, ce n’è una riservata al sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus). Basta mettere qui la vostra firma e scrivere il nostro Codice fiscale 92012120587.

Potete aiutarci anche se non dovete presentare la dichiarazione dei redditi.

Basta consegnare entro il 30 Settembre, a qualsiasi agenzia postale o bancaria, l’apposito foglio che avete ricevuto con la Certificazione Unica. Esso va inserito in una busta bianca chiusa con su scritto nome cognome, codice fiscale del contribuente e la dicitura ”Scelta per la destinazione del 5 per mille dell’Irpef – Anno XXXX”. La scheda deve essere integralmente presentata anche se è stata espressa soltanto una delle scelte consentite (8 o 5 per mille dell’Irpef). Il servizio di ricezione è gratuito. Oltre a quanto detto sopra, il foglio dovrà essere firmato una seconda volta nello spazio previsto in cui si dichiara di non presentare la dichiarazione 730 o il modello unico. In alternativa, la scheda per la destinazione dell’8 e del 5 per mille dell’Irpef può essere presentata direttamente dal contribuente avvalendosi del servizio telematico Fisco on-line, previa abilitazione personale.

Per ulteriori informazioni: 
– email: sad@afnonlus.org
– telefono: +39 06 97 60 83 47
– fax: +39 06 94 54 88 63

Idee Solidali

Le occasioni più importanti della nostra vita fanno nascere il desiderio di trasmettere gioia a coloro che ci sono accanto. Regala un sorriso con un gesto di solidarietà!

Con le nostre bomboniere, biglietti natalizi, cardregalo, puoi trasformare i tuoi auguri in una scelta di solidarietà. Scopri di più

Contattaci al numero telefonico: 06 97608347 o scrivici alla mail: sad@afnonlus.org

Lasciti Testamentari

Ogni giorno, circa 29mila bambini, in particolare nei Paesi del Sud del mondo, muoiono prima di compiere il quinto anno di vita, in larga maggioranza per la scarsità di beni di prima necessità, coloro che sopravvivono, spesso portano con sé le conseguenze delle privazioni sofferte.

Con il tuo testamento aiuti AFN Onlus ad offrire un sostegno concreto ai bambini e alle famiglie in difficoltà e dare loro l’opportunità di costruirsi un futuro migliore. Una scelta che ha effetti duraturi ed importanti per ridare speranza a chi è più vulnerabile.

Fare testamento è semplice e facile. Ecco alcune informazioni di carattere generale su questo istituto.

Cos’è un lascito testamentario

E’ un atto con il quale ognuno di noi può destinare a chi preferisce tutte le proprie sostanze o parte di esse. Il testamento può essere scritto in qualsiasi momento, pur producendo i suoi effetti solo dal momento del decesso della persona che lo redige e che, fino a quel momento, è sempre in condizioni di revocarlo o modificarlo. Ciò a tutela della libertà e della volontà del testatore

Come fare un lascito

Le forme ordinarie di lascito sono il testamento olografo e il testamento per atto di notaio. Quest’ultimo può essere pubblico o segreto.
Il testamento olografo è la forma più semplice: deve essere scritto a mano dal testatore. Il testamento pubblico è quello con cui il notaio riproduce in forma pubblica la volontà a lui dichiarata dal testatore, in presenza di due testimoni.
Il testamento segreto, infine, può essere scritto dal testatore o da un terzo, deve essere naturalmente sottoscritto dal testatore e viene consegnato al notaio che redige sulla busta il verbale di ricevimento.

I diritti dei legittimari

La legge stabilisce che ad alcune persone spetti di diritto una parte dei beni del testatore. Nel testamento, quindi, si può disporre solo in parte del proprio patrimonio. Gli “eredi legittimari” sono i figli (anche naturali), il coniuge, i genitori e la loro quota non può essere lesa. Oltre alle quote spettanti di diritto agli eredi legittimari, il testatore può disporre liberamente dei propri beni.

Le Onlus sono esenti da imposta di successione e donazioni concessa nell’immediato, ma, come dispone a chiare lettere il D. Lgs. 31 ottobre 1990, n. 346: “il beneficiario deve dimostrare, entro cinque anni dall’accettazione dell’eredità o della donazione o dall’acquisto del legato, di avere impiegato i beni o diritti ricevuti o la somma ricavata dalla loro alienazione per il conseguimento delle finalità indicate dal testatore o dal donante. In mancanza di tale dimostrazione esso è tenuto al pagamento dell’imposta con gli interessi legali dalla data in cui avrebbe dovuto essere pagata” (art. 3 comma 3).

Il notaio di fiducia potrà consigliare la forma più efficace per sostenere AFN Onlus con una disposizione testamentaria correttamente formulata e non soggetta a impugnazioni..

Può contattarci al numero telefonico: 0697608334 oppure 0697608333.

Aziende Amiche

Sono oltre 70 le aziende che collaborano con noi, assicurando un significativo sostegno ai nostri programmi volti allo sviluppo delle popolazioni,  nel rispetto dell’ambiente e delle tradizioni locali.

Le esperienze di comunione fatte innescano rapporti nuovi sul posto di lavoro. Ad esempio, nella sede di Roma del Corriere della Sera, da oltre 20 anni più di 80 colleghi si sono associati nella RCS Solidarietà. «Un’esperienza nata dove non aveva molte speranze di attecchire, scelte ragionate e portate avanti mettendoci la faccia, spendendo coi colleghi la fiducia conquistata in lunghi anni di lavoro; sempre mettendosi al servizio e adeguandosi alle diverse situazioni. Per il resto basta guardare il sorriso di un bambino in una qualunque delle foto che arrivano per capire che ne vale la pena!».

Diverso il caso di aziende dove gli amministratori sostituiscono i regali aziendali con donazioni in favore di emergenze o progetti.

Sono varie le forme con cui profit e no profit possono collaborare, contribuendo al benessere della comunità e attivando iniziative di attenzione all’altro anche in momenti storici e contesti particolarmente difficili: donazione ad un progetto, sostegno economico nell’organizzazione di iniziative, beni o servizi messi a disposizione gratuitamente, o incoraggiando le raccolte fondi fra dipendenti e integrandole.

Può contattarci alla mail: info@afnonlus.org o al numero telefonico: 06 97608347

Scopri di più