Un cuore per fare la differenza

La danza è una  forma di comunicazione speciale che consente di esprimere se stessi e allo stesso tempo unirsi agli altri,  parlando una lingua universale che va oltre ogni diversità. [...]

La danza è una  forma di comunicazione speciale che consente di esprimere se stessi e allo stesso tempo unirsi agli altri,  parlando una lingua universale che va oltre ogni diversità. E’ l’esperienza del Laboratorio Accademico di Danza (LAD) di Montecatini Terme che da tanti anni porta avanti progetti di solidarietà e di intercultura che contribuiscono a diffondere i valori della  fratellanza.

La prossima domenica 16 dicembre, il Laboratorio Accademico  propone un nuovo spettacolo dal titolo “Un cuore per fare la differenza” alle ore 15.30  e alle 20:00 presso il Teatro Yves Montand di Monsummano Terme. L’evento è in collaborazione con Unicoop Firenze ed ha il patrocinio del comune di Monsummano Terme.

Per dodici anni, lo spettacolo ideato dal Laboratorio Accademico di Danza ha sostenuto  la comunità di Fontem nella foresta camerunese, grazie al progetto della Fondazione Il Cuore si scioglie e il Movimento dei Focolari. Lo spettacolo  in programma il 16 dicembre, dal titolo “Un cuore per fare la differenza”,  contribuisce a sostenere uno dei seguenti progetti di AFNonlus dei Focolari: “Magnificat” nello slum di Mathare alla periferia di Nairobi, che offre ai bambini disagiati cure mediche, alimentazione e istruzione o  “Foyer social” rivolto a giovani donne vulnerabili della periferia  di Kinshasa (Repubblica Democratica del Congo).

La scuola di Danza ubicata a Montecatini Terme con i suoi 300 allievi promuove da 33 anni l’idea dell’arte come strumento universale di Unità fra i popoli e una  cultura di pace portando avanti tante iniziative nell’ambito del progetto “Armonia tra i popoli”. “Abbiamo coinvolto le istituzioni del territorio compresa la Regione Toscana, con la quale abbiamo un protocollo di intesa”. ‒ Dice Antonella Lombardo fondatrice e insegnante  della scuola. ‒ Tra le varie attività, il  Campus Internazionale di Alto Perfezionamento nella Danza, rivolto a ragazzi avviati al professionismo di diverse nazioni e religioni, ebrei, musulmani e cristiani, con lo scopo di far esprimere, sullo stesso palco, momenti d’arte provenienti da esperienze artistiche e culturali diverse come contributo alla fratellanza.  “Si  incontrano  ragazzi provenienti da tante parti del mondo soprattutto da zone di conflitto, come Israele, Palestina per testimoniare che l’arte può essere uno strumento universale di unità trai popoli”. Dal 2012, il LAD organizza anche un Campus d’Arte a Betlemme rivolto ai  bambini della città. “I bambini dei campi profughi e i giovani con loro fanno  l’esperienza di vita di che  cosa l’arte può procurare nelle persone. Un’esperienza che reca gioia e trasforma”.

Abbiamo da 12 anni una collaborazione con la Fondazione “Il cuore si scioglie” di Unicoop dove la scuola è ubicata,  nel centro commerciale di Montecatini Terme. “Noi collaboriamo con loro e portiamo avanti tanti progetti”. E ci sono storie incredibili che nascono quando ci si immette sul raggio della solidarietà. “Una sera  una mia allieva andando in discoteca ha conosciuto  un ragazzo,  Alex”.  ‒ dice Antonella‒. Hanno fatto amicizia e lui presentandosi le ha detto che viene dal Camerun. “Ma lo sai che noi facciamo ogni anno uno spettacolo per Fontem”. Gli ha detto lei. Allora lui  ha cominciato a piangere e le ha potuto raccontare la sua storia,  “ho potuto studiare grazie a voi che mi avete sostenuto quando ero piccolo, adesso sto per laurearmi all’università di Urbino in Farmacia”. Il ragazzo  attualmente è  in Camerun e vorrebbe tornare in Italia per fare un master all’Università di Camerino e trovare un lavoro. Alex  è un frutto di tutti questi spettacoli fatti questi anni. Come lui ci sono tanti altri giovani e tutta la comunità che hanno visto concretamente il miglioramento delle loro vite sia dal punto di vista culturale che di ogni genere.■

Giovanna Pieroni

Print Friendly, PDF & Email
I Nostri Numeri
News
Eventi
Facebook
 

Twitter
YouTube

 

Segui AFN Onlus anche grazie al nostro canale Youtube. Video aggiornati su di noi e le nostre inziative
Vai al nostro canale Youtube